(troppo vecchio per rispondere)
parlè gratis su consumi gas caldaia e boiler
MARIO.G
2009-10-16 08:17:19 UTC
ho letto stamattina i messaggi vecchi ma apro una discussione non
trovando da dove appoggiarmi

ho un casa del 67, soffitti alti, li dava la legge di allora
e mi trovo per questo con 640 metri cubi da riscaldare e bagno e cucina.

tutto su un piano, nel seminterrato ho 50% cantina con tubi appesi al
soffitto a vista, e 50% un vespaio, chiuso e con tubi coibentati a cappotto

radiatori in alluminio, tutti sotto le finestre, incassati tra muratura
ridotta , camere a nord e zona giono a sud

infissi li ho quasi tutti in legno e vetro normale, tot 40 m quadri.

caldaia immergas da 29/30 kw solo riscaldamento + un boiler merloni
in vetroceramica da 108 o 118 litri, non ricordo con precisione.
Il tutto , come casa, direi originale da quando è stata fatta.
Ho sostituito un portone e un porticino di infissi con doppio vetro tot
6 su 40.
Ho sostrituito una volta la caldaia, che era al 55% e l'ho messa al 90%
tuttora è al 87/88 e potrtei tenerla ancora per un po di anni,
Ho sostituitoto il boiler forse in 40 e passi anni l'ho cambiato una
volta in più mettiamo quindi che è giovane e può avere 7/8 anni

Sono nella zona climatica, di varese malpensa, m =1.02 c=1.026991

Unico intervento migliorativo dall'origine è il tetto, rifatto nel 2005,
avevo tipo l'eternit ora ho un isolamento fatto bene sia sul piano
sottottetto che nel manto di copertura .

CHIEDEREI UN PAIO DI COSE, QUANTO GAS DOVREI CONSUMARE SU UNA SITUAZIONE
COS' COME DESCRITTA ? e per riscaldare e per acs ? ... siamo rimasti io
e mia moglie, due docce al giorno + lavare i piatti, 4 piatti .

perché , ve lo chiedo ? ..per avere idea e comparare la mia situazione
reale.
I costi sono diventati insostenibili, non ho idea di dove intervenire e
cosa è conveniente fare .

I costi sono dati da consumi e dai prezzi. Sui prezzi dico niente
Sui consumi noto che a me sembra di non aver mai consumato tanti numeri
prima, nel passato, che non negli ultimi anni, tenuto conto che una
volta c'era anche più freddo ( se non sono menzegne ambientaliste quelle
del riscaldamento globale ) non so spiegarli. Tuttavia oh come costo
complessivo per gestirlo ho tagliato i consumi riducendo la temperatura
e le ore.

Nel 2007 consumavo 5908 mcubi all'anno ed ero al limite, come
impostazione clima, ossia nelle camere non avevo un clima proprio
accogliente ma tiravo avanti con una coperta in più, nel 2008 sono
dovuto scendere ancora, aiutandomi con un camino ho spento la caldaia a
marzo e sono sceso a 4769 metri cubi annui-


FINORA AVEVO SEMPRE PENSATO ALLA CALDAIA E RISCALDAMENTO COME FONTE DEI
MIEI PROBLEMI, MA da questa primavera sto monitorando i consumi di gas,
li prendo giorno per giorno e ho scoperto che anche il boiler è una
bestia energivora INSOSPETTATA.

HA 7 posizioni clima, regolabili fisse a mano, impostato tra 4-5 consuma
in primavera estate 2.2/2.5 metri cubi

riducendo la posizione a 3 , consuma 1.8/2.2 metri cubi, l'acqua che
usiamo , siamo in due, sono 2 docce e lavare i piatti, secondo me, a
spanne non consumiamo più di 100 /120 litri al giorno.
IN POSIZIONE 3 la temperatura dell'acqua è ancora soddisfacente, al
momento, ma i consumi, con l'arrivo del freddo sono saliti a 3 metri
se non 3.5 cubi al giorno ....HO QUINDI UNA PROIEZIONE DI 1000 METRI
CUBI ANNUI PER BOILER SOLO ACS E' NORMALE ?

ieri notando i vetri appannati del vespaio, sono andato in semi
interrato cantina e ho trovato i tubi che portano l'acqua calda dal
boiler al bagno e alla cucina scottavano , erano caldi ... IL BOILER
DEVE FARE COSì ? DEVE SCALDARE ANCHE I TUBI ? oppure no ? ed è questo
che mi fa consumare tanto ?

il parlè sarebbe che vorrei vostre opinioni della situazione
così come è


GRAZIE IN ANTICIPO

mario
piero
2009-10-16 15:43:17 UTC
ho letto stamattina i messaggi vecchi ma apro una discussione non trovando
da dove appoggiarmi
ho un casa del 67, soffitti alti, li dava la legge di allora
e mi trovo per questo con 640 metri cubi da riscaldare e bagno e cucina.
tutto su un piano, nel seminterrato ho 50% cantina con tubi appesi al
soffitto a vista, e 50% un vespaio, chiuso e con tubi coibentati a cappotto
radiatori in alluminio, tutti sotto le finestre, incassati tra muratura
ridotta , camere a nord e zona giono a sud
infissi li ho quasi tutti in legno e vetro normale, tot 40 m quadri.
caldaia immergas da 29/30 kw solo riscaldamento + un boiler merloni
in vetroceramica da 108 o 118 litri, non ricordo con precisione.
Il tutto , come casa, direi originale da quando è stata fatta.
Ho sostituito un portone e un porticino di infissi con doppio vetro tot 6
su 40.
Ho sostrituito una volta la caldaia, che era al 55% e l'ho messa al 90%
tuttora è al 87/88 e potrtei tenerla ancora per un po di anni,
Ho sostituitoto il boiler forse in 40 e passi anni l'ho cambiato una
volta in più mettiamo quindi che è giovane e può avere 7/8 anni
Sono nella zona climatica, di varese malpensa, m =1.02 c=1.026991
Unico intervento migliorativo dall'origine è il tetto, rifatto nel 2005,
avevo tipo l'eternit ora ho un isolamento fatto bene sia sul piano
sottottetto che nel manto di copertura .
CHIEDEREI UN PAIO DI COSE, QUANTO GAS DOVREI CONSUMARE SU UNA SITUAZIONE
COS' COME DESCRITTA ? e per riscaldare e per acs ? ... siamo rimasti io
e mia moglie, due docce al giorno + lavare i piatti, 4 piatti .
perché , ve lo chiedo ? ..per avere idea e comparare la mia situazione
reale.
I costi sono diventati insostenibili, non ho idea di dove intervenire e
cosa è conveniente fare .
I costi sono dati da consumi e dai prezzi. Sui prezzi dico niente
Sui consumi noto che a me sembra di non aver mai consumato tanti numeri
prima, nel passato, che non negli ultimi anni, tenuto conto che una volta
c'era anche più freddo ( se non sono menzegne ambientaliste quelle del
riscaldamento globale ) non so spiegarli. Tuttavia oh come costo
complessivo per gestirlo ho tagliato i consumi riducendo la temperatura e
le ore.
Nel 2007 consumavo 5908 mcubi all'anno ed ero al limite, come impostazione
clima, ossia nelle camere non avevo un clima proprio accogliente ma tiravo
avanti con una coperta in più, nel 2008 sono dovuto scendere ancora,
aiutandomi con un camino ho spento la caldaia a marzo e sono sceso a 4769
metri cubi annui-
FINORA AVEVO SEMPRE PENSATO ALLA CALDAIA E RISCALDAMENTO COME FONTE DEI
MIEI PROBLEMI, MA da questa primavera sto monitorando i consumi di gas, li
prendo giorno per giorno e ho scoperto che anche il boiler è una bestia
energivora INSOSPETTATA.
HA 7 posizioni clima, regolabili fisse a mano, impostato tra 4-5 consuma
in primavera estate 2.2/2.5 metri cubi
riducendo la posizione a 3 , consuma 1.8/2.2 metri cubi, l'acqua che
usiamo , siamo in due, sono 2 docce e lavare i piatti, secondo me, a
spanne non consumiamo più di 100 /120 litri al giorno.
IN POSIZIONE 3 la temperatura dell'acqua è ancora soddisfacente, al
momento, ma i consumi, con l'arrivo del freddo sono saliti a 3 metri
se non 3.5 cubi al giorno ....HO QUINDI UNA PROIEZIONE DI 1000 METRI CUBI
ANNUI PER BOILER SOLO ACS E' NORMALE ?
ieri notando i vetri appannati del vespaio, sono andato in semi interrato
cantina e ho trovato i tubi che portano l'acqua calda dal boiler al bagno
e alla cucina scottavano , erano caldi ... IL BOILER DEVE FARE COSì ? DEVE
SCALDARE ANCHE I TUBI ? oppure no ? ed è questo che mi fa consumare tanto
?
il parlè sarebbe che vorrei vostre opinioni della situazione
così come è
Ascolta un cretino: butta via caldaia e boiler, metti una caldaia con
produzione istantanea
a condensazione, recuperi il 55% in tasse non pagate e risparmi 1500-2000
euro di gas all'anno;
oppure coibenti la casa con un cappotto e buona notte.

Ciao
MARIO.G
2009-10-16 19:01:56 UTC
Post by piero
Ascolta un cretino: butta via caldaia e boiler, metti una caldaia con
produzione istantanea
a condensazione, recuperi il 55% in tasse non pagate e risparmi
1500-2000 euro di gas all'anno;
oppure coibenti la casa con un cappotto e buona notte.
Ciao
ciao,

non posso butar via niente senza prima capire da cosa dipende
il consumo che registro, 1000 metri cubi per acs e 5000 per
riscaldamento appena appena, 6000 per star bene :(


In quasi tutte le case dei miei vicini hanno già acceso i caloriferi
io vorrà dire che li accenderò il mese prossimo e poi li spegnerò
anche prima degli altri.

Se non so perché consumo tanto, tanto vale consumare meno , non
buttar via le cose. Per come ragiono io, la temperatura media si è
alzata di 2 gradi, ho isolato tutto il sottotetto e il tetto, 200
e passa metri, vero che mi restano le pareti e i vetri ma sono meno
di 200 di superficie, per cui >>> da vero cretino, penso che il grosso
dell'isolamento l'ho già fatto ...

se in origine avevo una caldaia da 60/65% di rendimento ed ora l'ho a 87
% , tra : sottotetto,temperatura media,rendimento caldaia : PERCHHE'
CONSUMO PIù METRI CUBI DI 40 ANNI FA ?

DOMANI MATTINA CAPPOTTO, RENDO LA CALDAIA A CONDENSAZINE, IL TESORO
MI CONCEDE UN PRESTITO PER L'INVESTIMENTO ... e tra cinque anni ?
mi ritroverei a consumare 8000 metri cubi ? non a non pensarci più :(

vabbè, se invece non lo sai pazienza

ciao mario
piero
2009-10-17 05:48:59 UTC
Post by MARIO.G
Post by piero
Ascolta un cretino: butta via caldaia e boiler, metti una caldaia con
produzione istantanea
a condensazione, recuperi il 55% in tasse non pagate e risparmi 1500-2000
euro di gas all'anno;
oppure coibenti la casa con un cappotto e buona notte.
Ciao
ciao,
non posso butar via niente senza prima capire da cosa dipende
il consumo che registro, 1000 metri cubi per acs e 5000 per riscaldamento
appena appena, 6000 per star bene :(
Se tu dico di buttare via è perchè sono convinto che il rendimento
di quegli apparecchi è penoso (rendimento stagionale)
Post by MARIO.G
In quasi tutte le case dei miei vicini hanno già acceso i caloriferi
io vorrà dire che li accenderò il mese prossimo e poi li spegnerò
anche prima degli altri.
Se non so perché consumo tanto, tanto vale consumare meno , non
buttar via le cose. Per come ragiono io, la temperatura media si è
alzata di 2 gradi, ho isolato tutto il sottotetto e il tetto, 200
e passa metri, vero che mi restano le pareti e i vetri ma sono meno
di 200 di superficie, per cui >>> da vero cretino, penso che il grosso
dell'isolamento l'ho già fatto ...
Gli infissi sono uno dei problemi maggiori, molto più del tetto.
Post by MARIO.G
se in origine avevo una caldaia da 60/65% di rendimento ed ora l'ho a 87 %
, tra : sottotetto,temperatura media,rendimento caldaia : PERCHHE' CONSUMO
PIù METRI CUBI DI 40 ANNI FA ?
Perchè il rendimento di combustione è solo uno dei parametri mentre il
rendimento
stagionale è una cosa complessa da misurare e ti assicuro che finchè non
cambi
caldaie non lo scoprirai.
Poi sei invecchiato, e più si invecchia e più il metabolismo ci da la
sensazione
che ci voglia maggior calore per avere la sensazione di comfort (è successo
anche a me che sono molto più giovane di te).
Post by MARIO.G
DOMANI MATTINA CAPPOTTO, RENDO LA CALDAIA A CONDENSAZINE, IL TESORO
MI CONCEDE UN PRESTITO PER L'INVESTIMENTO ... e tra cinque anni ?
mi ritroverei a consumare 8000 metri cubi ? non a non pensarci più :(
vabbè, se invece non lo sai pazienza
L'analisi energetica di un edificio è una cosa complessa e costosa e non si
può
fare tramite email: quello che si capisce dalla tua descrizione è che hai
delle caldaie
con una tecnologia obsoleta, un involucro che disperde da ogni angolo, e
degli infissi
con caratteristiche penose.
E' un miracolo che tu riesca a scaldare.

Ciao
MARIO.G
2009-10-17 08:15:03 UTC
Post by piero
L'analisi energetica di un edificio è una cosa complessa e costosa e non
si può
fare tramite email: quello che si capisce dalla tua descrizione è che
hai delle caldaie
con una tecnologia obsoleta, un involucro che disperde da ogni angolo, e
degli infissi
con caratteristiche penose.
E' un miracolo che tu riesca a scaldare.
Ciao
CIAO

bha sarà.... COME DICI, per la caldaia mi fissavo Sì sul rendimento
teorico, ben lontano dalla soglia di sostituzione.

il boiler ?
mi sembra che consuma più di quando eravamo in cinque in casa, che NON
ora che siamo in due e verament non si usano più di 120 litri al giorno!

almeno questo capire

a sostituirlo ? che taglia mi ci vuole per ora ? un 40 60 80 ancora 118
? litri ? e cosa dovrei consumare con un boiler nuovo ? di gas ? è
proponibile la domanda o un calcolo di stima approssimativo ?

i tubi che nella mia cantina chiusa , sono a vista e liberi, li posso
toccare, debbono o non debbono essere caldi anche se non c'è acqua
richiamata da un presa aperta ?

la cucina preleva in verticale, a due metri massimo di distanza tubo, il
bagno invece è al capo opposto, sono esatti 13 metri + 2 in veritale e
qualche metro di giro nel locale.


..................

sul resto sul miracaolo del riscaldamento, concordo, esso dipende si
dalla penosa situazione degli involucri, tuttavia NON PER CRITICARE,
GUARDA CHE MI RENDO CONTO, DEL TUO DISCORSO, HO CHIAMATO PARLE' APPUNTO
LA DISCUSSIONE, TU STESSO IN PRIMA ISTANZA ... FAI COSì TAGLI DI TOT...

IO RIPETO DA VERO SCEMO E IDIOTA, sapevo avendo letto e sentito da tutti
e preso per buono, che l'aria calda tendendo ad alzarsi si disperdeva
al 50 % attraverso il tetto.

Prima non avevo niente, 200 m quadri di sottotetto e tetto con 1-2
centimetri di lastra tipo eterneit
HO FATTO IL TETTO NUOVO, con 20 cm di isolante, la più severa ...
disposizione contenimento energetica che c'era soko in regione autonoma
trentina, POSSIBILE CHE VADO A CONSUMARE COME / O PIù DI PRIMA ? DI 4
Anni fa ? che non c'era niente ?


pensavo VERAMENTE CHE SE IL 50% DELLA DISPERSIONE AVVENIVA DAL TETTO,
E UNA CASA SENZA ISOLAMENTO CONSUMASSE DAL 20 AL 40 IN PIù DEL DOVUTO
IO ( E TUTTI MI HAN APPOGGIATO L'APPROCCIO A SPANNE )PARTENDO DA 6000
NUMERI, PENSAVO DI SCENDERE CI CONSUMO TRA 500 E 1000 NUMERI ALL'ANNO

CONSUMO 6000 , DISPERSIONE MIN 20= 1000 , DISPERSIONE MAX 40=2000
ISOLAMENTO TETTO ERA IL PIù IMPORTANTE INTERVENTO DA FARE, 50% ... DI
1000=500 DI 2000=1000...

COL TUBO, son dovuto arrivarci tagliando gradi e ore


POI PIERO , vero ! anche del metabolismo, lo accetto, mi son grave
accorto assai, ho le mani sempre fredde che faccio fatica a muoverle ma
cerco di tenermi in esercizio e ho il deficit, me ne rendo fisicamente
conto, ma di fatto quando dico che fa freddo, non mi riferisco alla mia
senzazione di calore ma lla lettura termometro.
Io in casa alle 7 stamattina avevo 17.9 gradi, ierI ci sono stati 14.1
DI massimo esterna e stanotte 5.1 di minima.
Ieri sera sono andato a casa di mia figlia consegna recentissima post
2007 classe B di libretto, c'erano 18.5 gradi .....ieri sera verso le 9


non aveva i caloriferi accesi ... MA beata lei, DICO, che ne ha una
moderna valiant che gli fa anche acqua calda eh che ha tutti gli infissi
nuovi, antispifferi, in squadra, con vetri doppi e persino tapparelle
coibentate e gas nelle intercapedini della vetrocamerta, bah qualcosa di
maxi efficiente.

BHE

ALLORA DICO CHE IO QUELLO CHE CONSUMA LEI ALL'ANNO, RENDENDOMI CONTO
DELL'INCONFRONTABILE OGGETTIVO TRA CASA MODERNA E LMI A OBSOLETA
IN RAGIONE DI ANNO, me lo spiego e capisco ......... MA NON L'ACS

da quando misuro i consumi giorno per giorno, lei ha avuto 63 metri di
consumo, io 491 .... loro sono in 3 in casa, possibile che 420 numeri li
consumi la fiamma pilota DEL MIO BOILER ? da 18/04 al'11/09 ?

IO HO AVUTO 491 e sono persino andato a credito IN consuaglio di 80
NUMERI, MAI SUCCESSO PRIMA ! E proprio perché annotando i consumi ho
provato a impostare a una tacca inferiore il regolatore del boiler,
passando in estare da 2.2/2.5 a 1.8/2.2 metri al giorno..



eggo ovunque che lo scaldabagno a gas è il sistema più economico. è solo
a casa mia che è così energivo ?

ciao mario
piero
2009-10-18 07:28:52 UTC
Post by MARIO.G
Post by piero
L'analisi energetica di un edificio è una cosa complessa e costosa e non
si può
fare tramite email: quello che si capisce dalla tua descrizione è che hai
delle caldaie
con una tecnologia obsoleta, un involucro che disperde da ogni angolo, e
degli infissi
con caratteristiche penose.
E' un miracolo che tu riesca a scaldare.
Ciao
CIAO
bha sarà.... COME DICI, per la caldaia mi fissavo Sì sul rendimento
teorico, ben lontano dalla soglia di sostituzione.
il boiler ?
mi sembra che consuma più di quando eravamo in cinque in casa, che NON ora
che siamo in due e verament non si usano più di 120 litri al giorno!
almeno questo capire
a sostituirlo ? che taglia mi ci vuole per ora ? un 40 60 80 ancora 118 ?
litri ? e cosa dovrei consumare con un boiler nuovo ? di gas ? è
proponibile la domanda o un calcolo di stima approssimativo ?
i tubi che nella mia cantina chiusa , sono a vista e liberi, li posso
toccare, debbono o non debbono essere caldi anche se non c'è acqua
richiamata da un presa aperta ?
la cucina preleva in verticale, a due metri massimo di distanza tubo, il
bagno invece è al capo opposto, sono esatti 13 metri + 2 in veritale e
qualche metro di giro nel locale.
CUT
Post by MARIO.G
leggo ovunque che lo scaldabagno a gas è il sistema più economico. è solo
a casa mia che è così energivo ?
ciao mario
Ciao,
se passi ad una caldaia con produzione istantanea, non ti servirà più nessun
accumulo,
ed anche se dovrai pazientare qualche secondo prima che l'acqua arrivi calda
al rubinetto,
non avrai ricircoli di acqua calda che, essendo vecchi e non coibentati,
disperdono calore
inutilmente!
Quindi è tutto molto semplice, elimini due succhia gas ed installi un unico
apparecchio efficiente.

Poi se vuoi capire esattamente dove finisce il calore ti serve un analisi
energetica dell'edificio,
il che ti potrebbe costare qualche centinaio di euro, per farti dire che il
calore esce dagli infissi,
dai ponti termici, che le caldaie rendono poco, che le tubazioni non sono
isolate, etc...

Ciao
MARIO.G
2009-10-18 13:41:10 UTC
piero ha scritto:
unico apparecchio efficiente.
Post by piero
Poi se vuoi capire esattamente dove finisce il calore ti serve un
analisi energetica dell'edificio,
il che ti potrebbe costare qualche centinaio di euro, per farti dire che
il calore esce dagli infissi,
dai ponti termici, che le caldaie rendono poco, che le tubazioni non
sono isolate, etc...
Ciao
ciao

spiagami allora una cosa.. che mi rode... come mai a casa mia e casa
di mia figlia, lei classe costruttore b, la mia diciamo che se vedneessi
domani, mi autostimo G H CHE EPSNO SIA VERO CON 6000 MC GAS X 640 MC
CASA, COMUNQUE INTENDO ASSEGNARMI L'ultima CLASSE per intenderci

MA COME MAI ALLORA .. HO GLI STESSI GRADI ? CASA MIA = CASA SUA ?
TEMEPERATURA ? A PARità di temepreraturea esterna e caldaie spente ? non
vuol dire questo che tutto sommato abbiamo involucri ed epoche
differenti ma c'è qualcosa di altro, che mi sballa i consumi ?



LA caldaia a produzione istantantanea me l'aveva sconsigliata, pace
all'anima sua, il mio idraulico di fiducia, ha fatto tutto, negli anni,
dalle tubazioni, alla fontanella dekk gardino e ha sostituito i boiler e
una caldaia... mi disse che non andava bene l'istantanea ... d0accorso
che eravamo in 5 adulti e ora due, ma mi pare che contava la grandezza
dell'impianto , in metri, e SON FERMO A QUEL SUO GIUDIZIO
Quest0anno accendo il più tardi possibile e spenerò il riscaldamento
appena non ce la faccio, poi mi inventerò qualcosa , di certo un'altra
primavera estate a 491 metri cubi non la faccio


ultima cosa, che mi piacerebbe capire, a casa mia l'idraulico amico mio,
aveva così' predisposto, caldaia + boiler ... sotto ai 35 kw,
sommando entrambi, caldaia è sempre stata a basamento, boiler sempre
stto appeso.
Sulle brochure delle caldaie recenti, ho visto che ci sono modelli
fino a 35 kw con senza saniutaria, che si montano anche a parete... che
differenza c'è tra una caldaia a parete e una a basamento ? se la mia a
basamento è mettiamo 29 kw ne posso mettere una a parete da 29 kw ? è la
stessa cosa ?
( avrei bisogno di rifare il pavimento, autolivellare la quota e mettere
anche un semplice laminato o resina PER QUESTIONE DI PULIZIA altrimenti
è in cemento ogni volta che entro e passo al pavimento della cucina
sporco e lascio le impronte e mia moglie non ce la fa più a pulire )

ciao mario
piero
2009-10-18 15:39:25 UTC
Post by MARIO.G
unico apparecchio efficiente.
Post by piero
Poi se vuoi capire esattamente dove finisce il calore ti serve un analisi
energetica dell'edificio,
il che ti potrebbe costare qualche centinaio di euro, per farti dire che
il calore esce dagli infissi,
dai ponti termici, che le caldaie rendono poco, che le tubazioni non sono
isolate, etc...
spiagami allora una cosa.. che mi rode... come mai a casa mia e casa
di mia figlia, lei classe costruttore b, la mia diciamo che se vedneessi
domani, mi autostimo G H CHE EPSNO SIA VERO CON 6000 MC GAS X 640 MC CASA,
COMUNQUE INTENDO ASSEGNARMI L'ultima CLASSE per intenderci
Perchè, che classe pensavi di avere? Dalla tua descrizione sei classe G meno
meno meno...
Post by MARIO.G
MA COME MAI ALLORA .. HO GLI STESSI GRADI ? CASA MIA = CASA SUA ?
TEMEPERATURA ? A PARità di temepreraturea esterna e caldaie spente ? non
vuol dire questo che tutto sommato abbiamo involucri ed epoche differenti
ma c'è qualcosa di altro, che mi sballa i consumi ?
L'epoca di costruzione non vuol mica significare che la sua casa sia meglio
coibentata della tua!
La sua casa ha il cappotto? Ha serramenti con vetri basso emissivi? Ha
riscaldamento a pavimento?
Se non ha niente di tutto ciò potrebbe anche essere peggiore della tua.
Post by MARIO.G
LA caldaia a produzione istantantanea me l'aveva sconsigliata, pace
all'anima sua, il mio idraulico di fiducia, ha fatto tutto, negli anni,
dalle tubazioni, alla fontanella dekk gardino e ha sostituito i boiler e
una caldaia... mi disse che non andava bene l'istantanea ... d0accorso che
eravamo in 5 adulti e ora due, ma mi pare che contava la grandezza
dell'impianto , in metri, e SON FERMO A QUEL SUO GIUDIZIO
I diametri non c'entrano. Quello che conta è l'uso in concomitanza che si fa
dell'acqua:
chiaramente se vuoi utilizzare più rubinetti contemporaneamente la caldaia
istantanea
non è adatta, idem per docce con idromassaggi e cose simili;
ma la maggior arte dei normali alloggi anche con 2 bagni sono alimentati da
caldaie istantanee.
Post by MARIO.G
Quest0anno accendo il più tardi possibile e spenerò il riscaldamento
appena non ce la faccio, poi mi inventerò qualcosa , di certo un'altra
primavera estate a 491 metri cubi non la faccio
Se vuoi integrare ti consiglio una stufa a pellet programmabile:
il costo del pellet è decisamente inferiore al metano .
Post by MARIO.G
ultima cosa, che mi piacerebbe capire, a casa mia l'idraulico amico mio,
aveva così' predisposto, caldaia + boiler ... sotto ai 35 kw,
sommando entrambi, caldaia è sempre stata a basamento, boiler sempre stto
appeso.
Sulle brochure delle caldaie recenti, ho visto che ci sono modelli
fino a 35 kw con senza saniutaria, che si montano anche a parete... che
differenza c'è tra una caldaia a parete e una a basamento ? se la mia a
basamento è mettiamo 29 kw ne posso mettere una a parete da 29 kw ? è la
stessa cosa ?
Si, è la stessa cosa: ti consiglierei caldaia istantanea 34 kW condensazione
Post by MARIO.G
( avrei bisogno di rifare il pavimento, autolivellare la quota e mettere
anche un semplice laminato o resina PER QUESTIONE DI PULIZIA altrimenti
è in cemento ogni volta che entro e passo al pavimento della cucina
sporco e lascio le impronte e mia moglie non ce la fa più a pulire )
Inoltre con la caldaia appesa ti esce fuori un bel locale ripostiglio (che
di spazio
c'è sempre bisogno)

Ti consiglio anche di rivolgerti a marchi seri (viessmann, junkers,
Vaillant)
compatibilmente ai centri assistenza seri presenti nella tua zona

Ciao
MARIO.G
2009-10-18 18:10:32 UTC
Post by piero
Perchè, che classe pensavi di avere? Dalla tua descrizione sei classe G
meno meno meno...
non sapevo la graduatoria delle lettere :)
mi davo l'ultima disponibile ... per intenderci :)
Post by piero
Post by MARIO.G
MA COME MAI ALLORA .. HO GLI STESSI GRADI ? CASA MIA = CASA SUA ?
TEMEPERATURA ? A PARità di temepreraturea esterna e caldaie spente ?
non vuol dire questo che tutto sommato abbiamo involucri ed epoche
differenti ma c'è qualcosa di altro, che mi sballa i consumi ?
L'epoca di costruzione non vuol mica significare che la sua casa sia
meglio coibentata della tua!
La sua casa ha il cappotto? Ha serramenti con vetri basso emissivi? Ha
riscaldamento a pavimento?
Se non ha niente di tutto ciò potrebbe anche essere peggiore della tua.
continua a rodermi ...lei è classe b, per legge ha già il certificato
del costruttore, eppure, abbiamo gli stessi gradi in casa, chiaro lei
torna stasera , accende e consuma meno ... ma se al momento abbiamo
avuto la stessa temperatura non significa appunto che non faccio proprio
schifo schifo come coibentazione ? oppure che ho una posizione
privilegiata che mi apporta calore gratis ?

altrimenti, se io sono G , dovrei avere meno di 17.9 gradi che ho , e
che ha una abitazione classe b, stessa città etc etc

o no ? dove sbaglio ?
Post by piero
il costo del pellet è decisamente inferiore al metano .
mah ormai ho anche poca legna di scorta, faccio qualcosa con il
camino, ma rimane sempre che posso capire tutto, che il gas costi
tot e gravato da mille e una tassa finisca per costare a multipli,
però con un tetto nuovo, un isolamento a regola d'arte, se non
ridotto i consumi con la coibentazione esso allora dipende dal boiler ,
e mi piange il cuore allora, perché con quello
che ho speso per rifare il tetto ... e sono al punto di prima :(

capisci che non fido più di nessuno, se non capisco non cambio nulla,

parlè puro > per cercare di capire, altrimenti sto al freddo perché non
posso spendere il 50 % del mio reddito per riscaldamento e sanitario.
Post by piero
Si, è la stessa cosa: ti consiglierei caldaia istantanea 34 kW condensazione
mah ..... ma perché questa ? non basta una 29/30 kw,
dovrebbe star dentro come produzione di acqua sanitaria no ? oppure
c'è un altro ragionamento da fare ?
Post by piero
Inoltre con la caldaia appesa ti esce fuori un bel locale ripostiglio
(che di spazio
c'è sempre bisogno)
l'0importante sarebbe che avere il pavimento, è sempre stato grezzo,
se entri sporchi le suole e riporti il cemento sui pavimenti veri, con
immancabili imprechi :(
parlè ... la basamento la mollerei al volo, come soluzione, se non ci
sono controindicazioni
Post by piero
Ti consiglio anche di rivolgerti a marchi seri (viessmann, junkers,
Vaillant)
compatibilmente ai centri assistenza seri presenti nella tua zona
non so, io con un metrocubo di gas, a vederlo come lo presentano in
bolletta .... in tutta franchezza, se potessi avere una soluzione di
altro tipo , come una pompa di calore, che riuscisse a scaldare i miei
caloriferi, io farei la pompa di calore e mollerei camino e gas metano.
Purtroppo l'erba voglio, sai che dicono la verità, cresce solo nei
giardini dei Re :)

A piero grazie per il parlè, ho apprezzato, sulla prima risposta,mi
avevi irritato ma in fondo è vero tutto quello che mi hai detto.
Un 'ultima cosa , che io non so, se me la rispondi al volo, mi fido,
è questa, sempre pur parle':
se per avere una tecnologia gas eco sostenibile ( €) e le agevolazioni,
dovendo passare, se ho capito bene , attraverso caloriferi dotati delle
valvole termostatiche, ESSE, LE VALVOLE, le monteresti su un radiatore
del 1967 ? oppure a montarle rischi di dover rifare tutti i termosifoni ?

ciao

mario
Post by piero
Ciao
piero
2009-10-19 15:23:32 UTC
Post by MARIO.G
Post by piero
Perchè, che classe pensavi di avere? Dalla tua descrizione sei classe G
meno meno meno...
non sapevo la graduatoria delle lettere :)
mi davo l'ultima disponibile ... per intenderci :)
Post by piero
Post by MARIO.G
MA COME MAI ALLORA .. HO GLI STESSI GRADI ? CASA MIA = CASA SUA ?
TEMEPERATURA ? A PARità di temepreraturea esterna e caldaie spente ? non
vuol dire questo che tutto sommato abbiamo involucri ed epoche
differenti ma c'è qualcosa di altro, che mi sballa i consumi ?
L'epoca di costruzione non vuol mica significare che la sua casa sia
meglio coibentata della tua!
La sua casa ha il cappotto? Ha serramenti con vetri basso emissivi? Ha
riscaldamento a pavimento?
Se non ha niente di tutto ciò potrebbe anche essere peggiore della tua.
continua a rodermi ...lei è classe b, per legge ha già il certificato del
costruttore, eppure, abbiamo gli stessi gradi in casa, chiaro lei
torna stasera , accende e consuma meno ... ma se al momento abbiamo
avuto la stessa temperatura non significa appunto che non faccio proprio
schifo schifo come coibentazione ? oppure che ho una posizione
privilegiata che mi apporta calore gratis ?
Per esperienza ti dico che i certificati dei costruttori sono carta
straccia:
in ogni caso è difficile fare dei raffronti senza misurazioni precise e dati
rilevati secondo criteri precisi;
non sai quante volte mi hanno chiesto: "come è possibile che il mio vicino
consumi meno di me se abbiamo gli stessi metri, la stessa posizione,
lo stesso tipo di casa" e la mia risposta è quasi sempre la stessa:
"dovrebbe chiederlo a sua moglie e non a me" :-)
Post by MARIO.G
altrimenti, se io sono G , dovrei avere meno di 17.9 gradi che ho , e che
ha una abitazione classe b, stessa città etc etc
o no ? dove sbaglio ?
Sbagli perchè le dispersioni non si misurano con la temperatura ambiente
ma con la capacità delle pareti di trattenere il calore o lasciar passare il
calore: se non c'è la fonte di calore (o meglio se non c'è una fonte di
calore
gratuita come il sole) la temperatura ambiente potrebbe restare costante.
Se l'alloggio di tua figlia è veramente classe B (come minimo deve avere
il cappotto esterno) basterà accendere i termo per pochi minuti e quel
calore
resterà nell'ambiente per ore!!! Capisci la differenza?
Post by MARIO.G
Post by piero
il costo del pellet è decisamente inferiore al metano .
mah ormai ho anche poca legna di scorta, faccio qualcosa con il
camino, ma rimane sempre che posso capire tutto, che il gas costi
tot e gravato da mille e una tassa finisca per costare a multipli,
però con un tetto nuovo, un isolamento a regola d'arte, se non
ridotto i consumi con la coibentazione esso allora dipende dal boiler , e
mi piange il cuore allora, perché con quello
che ho speso per rifare il tetto ... e sono al punto di prima :(
capisci che non fido più di nessuno, se non capisco non cambio nulla,
parlè puro > per cercare di capire, altrimenti sto al freddo perché non
posso spendere il 50 % del mio reddito per riscaldamento e sanitario.
Post by piero
Si, è la stessa cosa: ti consiglierei caldaia istantanea 34 kW condensazione
mah ..... ma perché questa ? non basta una 29/30 kw,
dovrebbe star dentro come produzione di acqua sanitaria no ? oppure
c'è un altro ragionamento da fare ?
Potrebbe bastare una 26 kW ma visto che avevi paura di avere poca acqua
calda
ho pensato "meglio abbondare" (il costo è simile)
Post by MARIO.G
Post by piero
Inoltre con la caldaia appesa ti esce fuori un bel locale ripostiglio
(che di spazio
c'è sempre bisogno)
l'0importante sarebbe che avere il pavimento, è sempre stato grezzo,
se entri sporchi le suole e riporti il cemento sui pavimenti veri, con
immancabili imprechi :(
parlè ... la basamento la mollerei al volo, come soluzione, se non ci
sono controindicazioni
Non ci sono.
Post by MARIO.G
Post by piero
Ti consiglio anche di rivolgerti a marchi seri (viessmann, junkers,
Vaillant)
compatibilmente ai centri assistenza seri presenti nella tua zona
non so, io con un metrocubo di gas, a vederlo come lo presentano in
bolletta .... in tutta franchezza, se potessi avere una soluzione di
altro tipo , come una pompa di calore, che riuscisse a scaldare i miei
caloriferi, io farei la pompa di calore e mollerei camino e gas metano.
Purtroppo l'erba voglio, sai che dicono la verità, cresce solo nei
giardini dei Re :)
La pompa di calore è una buona soluzione per zone climatiche miti,
dove la temperatura esterna scende di rado sotto lo zero.
Post by MARIO.G
A piero grazie per il parlè, ho apprezzato, sulla prima risposta,mi avevi
irritato ma in fondo è vero tutto quello che mi hai detto.
Un 'ultima cosa , che io non so, se me la rispondi al volo, mi fido,
se per avere una tecnologia gas eco sostenibile ( €) e le agevolazioni,
dovendo passare, se ho capito bene , attraverso caloriferi dotati delle
valvole termostatiche, ESSE, LE VALVOLE, le monteresti su un radiatore del
1967 ? oppure a montarle rischi di dover rifare tutti i termosifoni ?
Le valvole termostatiche si possono montare su qualsiasi tipo di radiatore,
e la tipologia dipende dalla tubazione e non dal termosifone:
tu avrai sicuramente attacchi ferro filettati da 1/2' o 3/4' e le valvole
vanno benissimo.


Ciao
eddy
2009-10-19 20:41:09 UTC
Post by MARIO.G
ho letto stamattina i messaggi vecchi ma apro una discussione non
trovando da dove appoggiarmi
butto giù qualche idea:

- cambiare gli infissi almeno nella camera da letto
- abbassare il radiatore e chiudere le porte delle stanze meno vissute
- mettere isolante tra radiatore e parete
- tappeti sui pavimenti delle stanze più frequentate
- prox primavera installare impianto solare a circolazione naturale, si
trovano a poche centinaia di euro (magari di scarsa qualità)
- trovare eventuali spifferi e porvi rimedio, dal salsicciotto a coprire
il battente delle porte/finestre alla schiuma poliuretanica nelle
cassette delle tapparelle.....
- coibentazione dei tubi

questi interventi a costi relativamente contenuti ti potrebbero aiutare.
se vuoi investire qualcosa in più, valuta una nuova caldaia a
condensazione con produzione istantanea, l'accumulo acs senza apporto
solare è un lusso di cui si può fare senza.

ti ho risposto anche in un altro post, pensavo tu fossi uno del
mestiere.... mi sarei dilungato meno là.

saluti, eddy
MARIO.G
2009-10-19 21:28:00 UTC
Post by piero
Le valvole termostatiche si possono montare su qualsiasi tipo di radiatore,
tu avrai sicuramente attacchi ferro filettati da 1/2' o 3/4' e le
valvole vanno benissimo.
Ciao
ciao piero, certo che a mettere una caldaia a basamento, oggigiorno
allora è inconcepibile .... subito a muro ... più spazio e veramente si
recupera tanto tanto spazio utile, proprio come dici.


ciao mario
MARIO.G
2009-10-19 22:10:18 UTC
Post by eddy
Post by MARIO.G
ho letto stamattina i messaggi vecchi ma apro una discussione non
trovando da dove appoggiarmi
- cambiare gli infissi almeno nella camera da letto
- abbassare il radiatore e chiudere le porte delle stanze meno vissute
- mettere isolante tra radiatore e parete
- tappeti sui pavimenti delle stanze più frequentate
- prox primavera installare impianto solare a circolazione naturale, si
trovano a poche centinaia di euro (magari di scarsa qualità)
- trovare eventuali spifferi e porvi rimedio, dal salsicciotto a coprire
il battente delle porte/finestre alla schiuma poliuretanica nelle
cassette delle tapparelle.....
- coibentazione dei tubi
questi interventi a costi relativamente contenuti ti potrebbero aiutare.
se vuoi investire qualcosa in più, valuta una nuova caldaia a
condensazione con produzione istantanea, l'accumulo acs senza apporto
solare è un lusso di cui si può fare senza.
ti ho risposto anche in un altro post, pensavo tu fossi uno del
mestiere.... mi sarei dilungato meno là.
saluti, eddy
bah cavolo ...

ma a me non sembra di essere cos' messo male, consumavo sempre tanto
gas, vero, ma mi avevano sempre tutti detto che era il tetto, che avevo
un semplice piano leggero leggero di laterizio non portante, 20 cm e
lastre tipo eternit, e che il grosso della dispersione e dei consumi era
quello

ora il tetto è nuovo ha 20 centimetri di isolamento e lo stesso
sottotetto piano, è stato isolato con la schiuma termo acustica prima
del rifacimento della copertura ... IN PI' HO , A DETTA DI TUTTI,
L'EFFETTO SERRA CHE AUMENTA LA TEMEPERATURA, eppure consumo sempre
un'esagerazione, numeri gas alla mano, 6000 numeri ..... ma io non
ho mai consumato così negli anni passati, nemmeno quando stavo peggio ...

questo anno, inteso come lo conto io, a bollette, mi mancano a chiudere
12 mesi, ottobre novembre e dicembre, 3 mesi storoci a forti di consumi
se riesco a passare indenne anche settima prossima, mi mancheranno solo
due mesi, per cui, a fare anche nella peggior ipotesi 1000 numeri al
mese, scenderò a 5500 numeri all'nno - 10% consumì annui e - 10 % sui
prezzi, respirerò un attimino, ma so solo io i salti mortali che sto
facendo per gestire la situazione, altro che risparmio dal tetto :(


Per tutti i consigli in lista, assicuro che li ho presi e passati in
rivista, già da me, ho appena cambiato delle stecche alle tapparelle,
non ci sono buchi o ifiltrazioni, certo ho della polvere nei cassonetti
ma perché sono lì da 40 e passi annim non perché il caldo , penso vi
fuoriesca o il freddo che vi entri.

gli infissi ? certo, ho tanto vetro, perché ho locali alti, nel tempo
ne ho cambiati due, grossi di infissi, a sensazione non sento sta grande
differenza di caldo benessere tra i locali con infissi termocamera e
quelli normali storici , bho mistero, io non so perché,
probabilmente è come mi ha speigato il piero, senza cambiare mezzi di
produzione del caldo non vedrò mai cambiamenti ... ma non me la sento,
non capisco perché questo decadimento

ciao , mario
eddy
2009-10-21 09:00:47 UTC
Post by MARIO.G
ciao piero, certo che a mettere una caldaia a basamento, oggigiorno
allora è inconcepibile .... subito a muro ... più spazio e veramente si
recupera tanto tanto spazio utile, proprio come dici.
ciao mario
se non si hanno problemi di budget la caldaia a basamento è sempre
meglio di una murale: maggior contenuto d'acqua = minor pendolamento
(accensioni e spegnimenti frequenti), minor dispersioni dal corpo
caldaia......

certo in questi tempi di recessione...... bisogna accontentarsi delle
murali.

ciao, eddy
eddy
2009-10-21 09:08:54 UTC
Post by MARIO.G
probabilmente è come mi ha speigato il piero, senza cambiare mezzi di
produzione del caldo non vedrò mai cambiamenti ... ma non me la sento,
non capisco perché questo decadimento
come ti hanno già detto, fisiologicamente con l'avanzare degli anni si è
più sensibili alla temperatura.....
un'accorgimento è quello di cercare di coprirsi maggiormente le
estremità: piedi e mani.
capisco che girare con guanti in casa possa essere "ridicolo" ma
sicuramente si avvertirà minor senzazione di freddo.

se sei in pensione potresti cercare di aumentare l'attività fisica,
anche questo aiuta a sentire meno il freddo. bastano belle passeggiate o
anche una cyclette in casa (a quel punto il calore corporeo contribuisce
al riscaldamento dell'ambiente.... occhio al deodorante.... altrimenti
la conseguente forzata aerazione disperde il beneficio prodotto)

permittimi un po' di buonumore..... anche se la situazione è veramente
triste. pensare che quanto tu, con coraggio, dichiari sia ormai molto
comune, dovrebbe far pensare.

dalle meno chiese e più case, il grido odierno dovrebbe essere: meno
televisioni e più caldaie!!!

saluti, eddy
MARIO.G
2009-10-21 09:22:49 UTC
Post by eddy
Post by MARIO.G
ciao piero, certo che a mettere una caldaia a basamento, oggigiorno
allora è inconcepibile .... subito a muro ... più spazio e veramente si
recupera tanto tanto spazio utile, proprio come dici.
ciao mario
se non si hanno problemi di budget la caldaia a basamento è sempre
meglio di una murale: maggior contenuto d'acqua = minor pendolamento
(accensioni e spegnimenti frequenti), minor dispersioni dal corpo
caldaia......
certo in questi tempi di recessione...... bisogna accontentarsi delle
murali.
ciao, eddy
guarda... son proprio combattuto per accendere la mia, o aspettare
ancora, qualche giorno i morti


ho tutto registrato, consumi acqua luce e gas... mi manca scoprire cosa
consumano di gas e energia ad accendere la mia caldia, son spaventato
perché il BOILER DA SOLO, L'ALTRO IERI E' ARRIVATO A 5 METRI CUBI, ho
fatto 3 docce ( 1 più del solito perché ho lavorato in giardino ) e
fuoric'era stato 1 grado di mimina ... bestia:( ma 5 metri cubi :(

non ho intenzione di consumarli a lungo ...
passo l'inverno poi non mi interessa, scaldo l'acqua nel camino...
veramente !!!


non posso mantenere il boiler ... a sto punto sono 2.5 metri cubi per 5
mesi all'anno, 2 mtri cubi per 3 mesi allì'anno e I PROISSIMI 4 SARANNO
UN MISTERO, PER QUESTO VOLEVO TENER ANCHE SPENTO LA CALDAI IL PIù A
LUNGO POSSIBILE, PER VEDERE UNA STIMA DEL BOILER SE ANDAVA PIù VERSO I 4
O PIù VERSO I 5 O PEGGIO, IERI perà è aumentata la temperatura e domani
non so cosa mi dirà la lettura...


vabbè

caldaia,

parlè puro ...

non ho un rottame con rendimento della mutua è ancora vicinissimo, per
quel che vale, a quello d'origine, non la dovrei cambiare, certo che se
devo inventarmi qualcosa per tagliare il boiler ... BHA NON MI FIDO PIù
A DIRE SARà QUESTO ... SARà QUELLO, VORREI andare al sicuro....

tu che ne pensi delle caldaie a condensazione istantanee ? sulla carta
, effetivamente, se non han fiamma pilot, se producono solo quando apro
un rubinetto ... DOVREBBERE ESSERE VERAMENTE RISPARMIOSE, MA non vorrei
passare da avere i tubi sanitari che scottano , bollenti a non aver
acqua calda quelle poche volte che mi serve, doccia e piatti da lavare :(


ah altra cosa, se ho capito bene ... io ho una canna fumaria doppia, in
laterizio, c'è un camino con due canne fumarie distinte, una per il
boiler e una per la caldaia.... se elimino il boiler, CI POSSO INFILARE
NELLA CANNA FUMARIA CHE ERA DEL BOILER UN TUBO ACQUA FREDDA E UNO ACQYUA
CALDA PER PORTARE UN SISTEMA SOLARE, A PANNELLI , SUL TETTO AL LOCALE
CALDAIA DOVE PARTE L'IMPIANTO DI ACS ?

lo chiedo sempre a parlè ... per eventualmente sapere se possibile
riciclare una canna fumaria senza dover spaccare mura, vetro, soffitto
a far passare due tubi NUOVI. OLTRETUTTO, sarebbero diretti, in
verticale PASSANDO PER LA CANNA FUMARIA, 5/6 metri farei tutto...
INVECE PER altre piste non so quanti metri diventerebbero.

ciao mario
MARIO.G
2009-10-21 09:55:46 UTC
Post by eddy
Post by MARIO.G
probabilmente è come mi ha speigato il piero, senza cambiare mezzi di
produzione del caldo non vedrò mai cambiamenti ... ma non me la sento,
non capisco perché questo decadimento
come ti hanno già detto, fisiologicamente con l'avanzare degli anni si è
più sensibili alla temperatura....
questo è sicuro, decadimento fisico avanza e procede e non so quando mai
si arresterà... :) :(

io parlo al netto di me... al solo " materiale " e consumo,,,, io non
tocco mai nemmeno i gradi , sono sempre gli stessi, stesso programma,
appena appena cambio le batterie all'aggeggio che controlla le
temperature e gli orari

a questo punto, se consumo coma mai prima, posso mitigare qualcosa, che
le bollette siano sfalsate da letture storiche etc etc , ma non posso
non notare che consumo troppo e in più rispetto a quel che ricordavo,
pur in presenza assoluta di aver isolato finalmente il tetto isolato a
regola d'arte e con le temperature medie esterne in aumento, il centro
meteo della mia città le miusura proprio da quando ho costuito io, anzi
da quando abito io... nella casa, sono diversi gradi ....

secondo me , a questo punto che misuro da aprile di ques'anno tutti i
consumi, secondo me, è il mio bolier, merloni termotecnica, 108 litri,
che si è messo in testa di essere una caldaia .... settimana scorsa ho
perfino scoperto che i tubi, della acs, nei primi metri, poi quelli
successivi sono tutti intubati e coibentati, i primi 7/8 metri scottano
... non ho pompa di riciclo, ossia lho , ma è spenta perché mi
disturbava di notte, io storicamente ho sempre dato colpa al tetto
invece mi sa , che è il boiler che mi fa consumare tanto, non immagino
cosa consumasse quando eravamo in 5 e facevamo 5/10 docce al giorno ...
pazzesco allora ? ma come mai consumavo meno metri cubi allora ?

non so ... io so solo che non posso più pagare 6000 numeri con l amia
pensione, avevo due macchine, una mia e una per mia moglie, ne ho
rottamata una, farò lo stesso, terrò caldaia e spegnerò il boiler

ciao , mario
piero
2009-10-21 10:12:03 UTC
Post by MARIO.G
ciao piero, certo che a mettere una caldaia a basamento, oggigiorno
allora è inconcepibile .... subito a muro ... più spazio e veramente si
recupera tanto tanto spazio utile, proprio come dici.
ciao mario
se non si hanno problemi di budget la caldaia a basamento è sempre meglio
di una murale: maggior contenuto d'acqua = minor pendolamento (accensioni
e spegnimenti frequenti), minor dispersioni dal corpo caldaia......
ma di che marche stai parlando?
Le caldaie murali di cui parlo io non hanno alcun pendolamento!
Con un campo di modulazione di 1:4 cosa vuoi pendolare...
certo in questi tempi di recessione...... bisogna accontentarsi delle
murali.
Non sono d'accordo perchè molti marchi continuano a proporre caldaie
a basamento che sono identiche alle murali:
certo che se vuoi un bollitore da 150 litri forse e meglio lasciarlo a terra
ma per il resto non ci sono differenze.

Ciao
MARIO.G
2009-10-21 12:54:30 UTC
Post by piero
non ci sono differenze.
Ciao
cioa piero, io ero fermo lì...

senti, ho capito PROBABILEMNTE IERI, QUINDI POST RISPOSTA E REPLICA, il
passaggio che mi dicevi, fossi in te monterei una caldaia da 34 kw rtc etc

... e io scemo :( chiedevo perché cambiare una 30 con una 34

MA in pratica, NON AVEVO COLTO , era che tu staresti sull'istantanea per
acs , senza accumulo, con maggior " focolare " " resa " " potenza " a
dir che si voglia in modo che produca EVENTUALMENTE , FOSSE ANCHE SENZA
BIFOGNO MA in fretta i litri per una doccia ... io non l'avrei dietro la
parete ma a 15 metri, CON L'ISTANTANE non conSumerei tanto come oggi con
il boiler, eviteri l'accumuilo, e a patto ( cosa vera ) di non far altro
che la doccia quando sono in doccia, o lavere i piatti, quando lavo i
piatti, NON DOVREI NEANCHE ACCRGERMI DI NON AVERE L'ASC, L'ACCUMILO ...
era quello ? ho capito tardi ma ti ho capito ? tra una istantana da 30
e una 34 per quello, meglio la 34 .... giusto ?

ciao mario
MARIO.G
2009-10-21 14:31:10 UTC
PIERO METTO IN LINK
IL MIO IMPIANTO, COSì se lo vedi , mi confermi ... o meno
quello che dicevi ...che eri sicuro

per scrupolo mio :(

ciao

mario



http://it.tinypic.com/r/9kmavs/4

http://it.tinypic.com/r/2epkkjk/4

http://it.tinypic.com/r/n4fedt/4

http://it.tinypic.com/r/qx6r09/4

http://it.tinypic.com/r/1zmfu47/4

http://it.tinypic.com/r/v7yhw/4

http://it.tinypic.com/r/2hs6w4m/4

http://it.tinypic.com/r/2h6y3x5/4

http://it.tinypic.com/r/29upxd3/4

Pagina Successiva >
Pagina 1 di 2